L’oltraggio

Il reato di oltraggio a pubblico ufficiale è punito dall’articolo 341 bis del codice penale: chiunque, in luogo pubblico o aperto al pubblico e in presenza di più persone, offende l’onore e il prestigio di un pubblico ufficiale mentre compie un atto d’ufficio, e a causa o nell’esercizio delle sue funzioni, è punito con la reclusione fino a tre anni. Insomma, se insulto un vigile che mi ha appena multato (ingiustamente, come sempre), dovrò rispondere di oltraggio. L’articolo 341 bis, però, prevede che se l’imputato, “prima del giudizio, ha riparato interamente il danno, mediante risarcimento, sia nei confronti della persona offesa, sia nei confronti dell’ente di appartenenza, il reato è estinto”. In questo caso non si celebrerà nessun processo, e la mia incensuratezza sarà salva.
In un’interpretazione completamente arbitraria della norma, la polizia municipale di Roma ha ritenuto – come si legge in questa circolare  – che l’unica forma di risarcimento accettabile per considerare riparato il danno fosse una confessione pubblica con pentimento e scuse alla Polizia Locale di Roma Capitale, da pubblicare on line, condividere, moltiplicare. Una prassi che il Tribunale di Roma deve avere ritenuto adeguata, spettando al giudice dichiarare l’estinzione del reato.
Al di là della legittimità di questa forma di risarcimento, che implica un obbligo di confessione del reato da parte dell’imputato, obbligo che nessuna norma del nostro ordinamento può imporre perché violerebbe la Costituzione, questa forma di contrizione pubblica alla orientale è perfettamente in sintonia con la società dell’esposizione della colpa che siamo diventati, in cui la ricomposizione è sottratta allo Stato e alle sue leggi, per essere sottoposta al giudizio dei nostri pari, considerati tali non più sulla base di diritti di cittadinanza, sociali e civili, ma solo per il fatto di avere un accesso a internet.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...