non solo Tortora

Tortora, ma non solo.
Il 15 settembre 1986 Enzo Tortora veniva assolto dalla Corte d’Appello di Napoli dall’accusa di essere un camorrista e un trafficante di droga. Passeranno altri dieci mesi prima della sentenza della Cassazione che cancellerà definitivamente quelle accuse, trasformando quell’indagine e il processo che ne è seguito nella massima rappresentazione dell’errore giudiziario in Italia, e mostrando per la prima volta in tutta la sua drammatica potenza l’intreccio tra pregiudizio giudiziario, processo, mezzi di informazione, Schadenfreude all’italiana e il piacere del retrogusto sanguinolento di ogni vicenda giudiziaria. 
Il caso Tortora è rimasto emblematico nel racconto dell’errore giudiziario, certamente il più famoso, ma sarebbe bene ricordarsi che non è rimasto l’unico: i numeri del ministero della Giustizia dicono che, dal 1992, lo Stato ha dovuto risarcire quasi 25.000 persone a cui è stato riconosciuto un indennizzo per ingiusta detenzione. A queste vanno aggiunte le migliaia di persone, assolte, a cui quell’indennizzo non è stato riconosciuto. Ma sono dati che evidentemente non restituiscono le conseguenze personali che ognuno di loro ha dovuto subire. Se la personalità di Tortora e l’assurdità della sua vicenda hanno reso possibile una mobilitazione politica e intellettuale contro gli abusi a cui era stato sottoposto, aprendo riflessioni sulla custodia cautelare, sulle regole del processo – senza peraltro evitargli una condanna in primo grado – oggi ricordiamoci delle migliaia di persone che non possono giovarsi di una mobilitazione simile e devono fare affidamento – bontà loro – solo sul funzionamento della giustizia, perché il destino dell’accusato innocente, si sa, dipende ben poco da lui stesso.

[recuperi: Le ceneri di Tortora]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...