per il naso

L’avviso di garanzia è disciplinato dall’art. 369 del codice di procedura penale: quando deve compiere un atto al quale il difensore ha diritto di assistere (i cosiddetti “atti garantiti”), il pubblico ministero invia alla persona sottoposta alle indagini una comunicazione scritta che deve contenere la sommaria indicazione dei fatti contestati (data, luogo del fatto, norme violate) e l’invito a nominare un difensore di fiducia.

L’istanza disciplinata dall’articolo 335 del codice di procedura (l’accesso al registro delle notizie di reato) è invece una richiesta che viene depositata negli uffici della Procura della Repubblica per conoscere i procedimenti penali in corso a proprio carico. La risposta è una certificazione che contiene il numero del procedimento penale, le norme di legge che si ritengono violate e il nome del Pubblico ministero a cui il procedimento è affidato.

In nessuno dei due casi è possibile “vedere le carte”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...