perfezioni e pallonetti

non so se avete letto il racconto di edoardo nesi, ‘miracolo inevitabile’, quello sulla partitella di calcio tra ragazzini di periferia e il pallonetto.
ecco, ho passato tutte le ultime pagine del racconto a pensare “ma fallo restare su quel cazzo di pallone, perché diavolo devi farlo scendere”.
la perfezione del pallonetto è nel culmine, nel suo restare indeterminatamente sospeso nell’aria a minacciarti, nella sua interminabile, inesorabile possibilità di entrare in porta.
il pallonetto perfetto, semplicemente, incombe.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...