orbison

ieri era il compleanno di bob dylan, e nel guardare compulsivamente i suoi vecchi video sono capitato su questa canzone dei traveling wilburys, handle with care. la canzone non è bellissima, ha un incedere abbastanza ordinario, ma alla lunga ti rimane in testa, anche solo per il fatto che in tre minuti trovi condensate cose come bob dylan, george harrison, tom petty, jeff lynn e roy orbison. ma al quarantesimo secondo, quando attacca roy orbison, con la sua voce stanca ma ancora avvolgente, la canzone dà i brividi. “I’m so tired of being lonely, I still have some love to give, Won’t you show me that you really care” canta orbison, e non puoi non pensare che dentro quella voce, in quella piccola esitazione iniziale, c’è tutta la sua vita atroce, la morte della moglie in un incidente motociclistico, la morte di due dei tre figli nell’incendio della sua casa di nashville. se esistesse un dio della malinconia, quel dio sarebbe la voce di roy orbison, calda e morbida, come solo sanno esserlo le voci rifinite dal country e conciate da una destino tremendo.

Annunci

2 pensieri riguardo “orbison

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...