martiri (laureati)

le mezze stagioni ormai non esistono più. gli zingari rubano i bambini. il nuoto è uno sport completo. la regimazione dei fiumi aumenta la sicurezza della popolazione. i sardi sono bassi. il partito democratico non ha un programma e non propone niente di nuovo. dov’era bersani quando [azione qualsiasi contro lavoratori/studenti/precari/minoranze etniche]?

il luogo comune è un’opinione o un concetto la cui diffusione, ricorrenza o familiarità ne determinano l’ovvietà o l’immediata riconoscibilità. si usano i luoghi comuni come tecnica empatica: affermando un’opinione condivisa non si comunica nulla, ma si ottiene la “simpatia”dell’interlocutore. scriveva flaubert, sull’uso dei luoghi comuni in società: « ci si troverebbe quindi, in ordine alfabetico, su tutti i possibili argomenti, tutto ciò che è bene dire in società per essere un uomo educato e apprezzabile.  » (wikipedia, vedi alla voce: “luogo comune)

forse il riscaldamento globale non scioglierà le calotte polari, forse nel 2012 non ci sarà la fine del mondo, ma sicuramente ci sarà ancora qualcuno che sosterrà in un pubblico dibattito che il pd non ha un programma, che il pd non propone niente, che bersani per favore no.

un riflesso incondizionato che colpisce chiunque abbia davanti un esponente del pd: piacere bonetti, perché il pd non fa un cazzo?

per cosa? come? dove? nessuno se lo domanda. si prende e si porta a casa.

spedisci in televisione gente che non tiene il ritmo, che non regge il confronto, come mandare l’acr in afghanistan. loro portano i dolci fatti dalla nonna, chiedono per favore, e quelli gli tagliano la gola sputandoci dentro. latorre, pover’uomo, è una persona perbene, si vede. ma ogni volta che mette piede in uno studio televisivo lo mangiano vivo. la cosa diventa estremamente imbarazzante quando a dirlo (che il pd non fa niente) non sono solo i giornalisti – che ormai lo usano come i discorsi sul clima per spezzare un silenzio imbarazzato -ma anche esponenti dello stesso partito, i membri di quel movimento interno chiamato “ggiovani”: i ggiovani che vorrebbero un partito di ggiovani e che sostengono di non poterne più di lotte intestine di potere, adesso è il momento dei ggiovani con le loro proposte. quali? sostanzialmente essere gggiovani

mai che nessuno risponda alla domanda: cosa dovrebbe fare il pd? cosa dovrebbe fare il segretario del principale partito di opposizione per risultare un efficace capo del partito di opposizione, più di quello che sta facendo?

silenzio. esterno giorno. rose di gerico. morricone.

cosa deve fare il capo del partito di opposizione se, ogni giorno che dio manda in terra, qualcuno all’interno del suo stesso partito si propone come la salvezza del partito e del paese, mentre bersani no? si candida alle primarie perché adesso è il momento di ridiscutere la leadership che deve essere eletta con una grande investitura popolare, mentre bersani no? si lamenta del fatto che la leadership è vecchia, che loro sono giovani, hanno un sacco di cose fighissime da dire e da fare, mentre bersani no?

dire che il pd non ha un programma è più facile. non costa niente, non costa la fatica di muovere flaccidi deretani e aprire, che ne so, il sito del partito democratico e scoprire che, sorpresa, i programmi ci sono, le alternative ci sono.

ma bersani è vecchio, è triste, non dice niente di nuovo. se vince bersani pioverà. sempre.

ma bersani va sui tetti con gli studenti, va con gli operai, scende in piazza con i terremotati, detta la linea, risponde colpo su colpo agli atti di governo, mette all’angolo il ministro della pubblica istruzione, propone alternative, e lo fa dall’alto della legittimazione più ampia che il leader di un partito possa avere, quella della base, e lo fa con un ex-segretario che rilascia interviste ogni due giorni su cosa si dovrebbe fare. la suocera più rompicoglioni non arriva a tanto. lo fa con un gruppo di giovani che rivendicano la loro giovinezza e il diritto a essere giovani, con il capello lungo. cos’altro deve fare il segretario del principale partito di opposizione?

ma l’avete visto bersani che sale sul tetto insieme ai precari, agli studenti, ai ricercatori? c’è andato per primo, gli sono andati dietro tutti. su quel cavolo di tetto lui c’è andato, non so cosa voglia dire, ma c’è andato.

certo, c’è una cosa su cui devo dare ragione a tutti quelli che si lamentano, che protestano, che chiedono il cambiamento, che vogliono rottamare la dirigenza di questo partito; perché effettivamente c’è una cosa che il partito democratico non fa, non riesce a fare e si ostina a non voler fare, e di cui qualcuno deve rispondere.

avere la maggioranza parlamentare e governare. perché quella, se qualcuno non se ne fosse ancora accorto, ce l’hanno gli altri.

Annunci

14 pensieri riguardo “martiri (laureati)

  1. se mi pongo la domanda cosa propone il PD per la riforma dell’università quale risposta ottengo? supponiamo che si vincano le prossime elezioni come agirà il futuro governo a guida DS nei riguardi dell’università?
    e la stessa mancanza di idee non riguarda solo l’università e la scuola ma tutta la futura attività poltica e le domande senza risposta si sprecano.
    quale riforma per il mondo del lavoro per il federalismo per la giustizia.. ai cittadini non basta sapere che il sistema è da criticare ma anche cosa ci si propone di fare.

  2. la maggioranza si conquista attirando il voto ..se non ha la maggioranza il pd non è colpa di chi non li vota ma di chi non riesce a farsi votare ..se uno segue la linea del pdl …facendo la copia ..allora succede che uno vota l’originale ..il pd è un partito di sinistra che si è voluto spostare al centro ,,e al centro non ci sono i voti al pd ..e molti non votano nessuno per il fatto che si sono sentiti abbandonati..se il pd vuole riprendersi la maggioranza ..ritorni col popolo di sinistra ..e allearsi con i partiti oggi non parlamentari .e movimenti .che sono nati per la mancanza del pd .. dove è finito quel partito venuto dal proletariato? è possibile sentire degli esponenti come enrico letta il quale afferma che il pd corre il rischio di spostarsi a sinistra??.i boccia che si scaglia con chi va in piazza con la fiom e cioè operai criminalizzati da marchionne?? fate ..continuate a farvi del male ..visto che c’è chi è contro di pietro .il quale secondo violante si deve dare una calmata ….oggi il pd definisce vendola un nemico .. con le parole del signor enrico letta ,,che vorrebbe mettere rimedio a questa deriva ..non facendo fare più primarie –quando decidete cosa fare da grandi fatecelo sapere ..magari prima della prossima sconfitta… auguri per la manifestazione e magari nell’occasione dite qualcosa di sinistra ..io non ci sarò sono di sinistra e non vorrei rappresentare un problema per qualcuno di voi

  3. Risposta a Veziuccio che si autoproclama di sinistra
    Non fai altro, nella tua risposta, che reiterare le stesse critiche criticate, appunto, nell’articolo a cui pretendi di rispondere, con argomenti triti e ritriti e slogan alla Beppe Grillo (PDL – L; PD si è spostato al centro; il PD copia del PDL e la gente allora vota l’originale ecc. ecc.) Dici se il PD vuole riprendersi la maggioranza deve spostarsi a sinistra e allearsi con i partitini e gruppuscoli che alle ultime elezioni non sono neanche entrati in Parlamento….Ma mi sai dire quanto mai,dal dopoguerra ad oggi la sinistra in Italia ha avuto la maggioranza? E’ dagli anni 70 (non so se Enrico Berlinguer ed il Compromesso storico ti dicono qualcosa) che il PC ed il suo segretario si resero conto che per poter andare al governo era necessario il dialogo e l’incontro con i cattolici, ma anche allora ci furono le critiche e le divisioni (PdUP, Democrazia proletaria, Mario Capanna ecc) da parte di quelli che dicevano di essere di sinistra e non poter accettara una politica che allora veniva apostrofata con disprezzo “socialdemocratica. Tu non ci sarai alla manifestazione perchè dici di essere di sinistra, io invece ci sarò perchè anch’io dico di essere di sinistra e tengo conto di quella che è la realtà e non degli slogan di Beppe Grillo, Marco Travaglio, Nanni Moretti ecc. ecc.

  4. è indiscutibile che l’esperienza unione del 2006 si sia dimostrata fallimentare e ha condizionato negativamente il consenso a veltroni nel 2008.
    tale esperienza è morta e sepolta la sinistra come acutamente fa notare paolo non è mai stata maggioranza ed in soccorso sarà piuttosto difficile l’arrivo dei marinai da krondstadt (non aspettiamoci l’arrivo degli operai oggi votano lega e le manifestazioni CGIL senza i pensionati sarebbero desolatamente deserte)
    si vince in un solo modo: recuperando al voto quel 40% di elettori che i sondaggi danno come astensionisti e che ci possiamo scommettere non sono di sinistra alternativa!

  5. Risposta a Juri:
    Se si legge un articolo e si decide di rilasciare un commento di qualsiasi tipo, credo non si possa prescindere dal valutare con la massima attenzione ciò che l’articolista scrive. Nell’articolo in questione, aldilà della gradevole ironia che lo pervade, sono riportate anche delle notizie, come ad esempio quella che sul “sito del partito democratico…………. i programmi ci sono, le alternative ci sono.” A questo punto il lettore può scegliere due strade: la prima è quella di verificare se ciò che scrive l’articolista sia vero, mentre la seconda è quella di infischiarsene e ripetere il solito mantra utile ad un certo tipo di propaganda fatto di slogan del tipo il PD non ha programmi, il PD non è credibile, quelli del PD sono ancora dei comunisti, il PD è il PDL-L ecc. ecc.
    Io ho seguito la prima strada e ho scoperto, con grande sorpresa, che quello che scrive l’articolista è vero, e che sul sito del PD ci sono una serie di proposte venute fuori dall’Assemblea Nazionale di Busto Arsizio dell’8 e 9 ottobre sulla scuola, sull’agricoltura, per una riforma dello Stato e delle Autonomie, sul fisco, eccetera. Non ho potuto non constatare che fra i punti programmatici partoriti dall’assemblea mancava la riforma della giustizia, per cui mi sono messo a cercare su internet, e, miracolo, ho scoperto che il PD, anche per la giustizia, ha presentato delle proposte. Mi permetto di linkarti il tutto per facilitarti.
    http://www.manuelaghizzoni.it/?p=15420
    http://www.partitodemocratico.it/dettaglio/109055/tutti_i_documenti_preparatori_dei_gruppi_di_lavoro
    http://beta.partitodemocratico.it/doc/100228/il-programma-fondamentale-del-partito-democratico-per-la-giustizia-si-chiama-costituzione-repubblicana.htm
    Detto questo, penso sia il caso di fare un leggero sforzo per abbandonare i luoghi comuni e gli slogan, e, dopo aver preso visione delle proposte, entrare nel merito delle stesse con commenti ed eventualmente anche con critiche costruttive.

  6. caro paolo hai un bel coraggio a definirle proposte …
    ma le hai esaminate? sembrano una riedizione del famoso programma di prodi 2006 le famose 281 pagine nelle quali trovavi tutto ed il contrario di tutto.
    vogliamo far qualche esempio?
    http://www.partitodemocratico.it/dettaglio/108996 è solo critica verso la proposta del governo ma non dice una parola su come intendiamo fare per stabilire i costi standard anzi non li menziona nemmeno…
    http://beta.partitodemocratico.it/doc/100228/il-programma-fondamentale-del-partito-democratico-per-la-giustizia-si-chiama-costituzione-repubblicana.htm evidentemente la relatrice non ha mai sentito parlare di provvedimenti di sospensione di lavori i barba ad una VAI (valutazione Impatto Ambientale) che è una delle cause di mancato investimento straniero in italia..
    http://www.partitodemocratico.it/dettaglio/108996 e mi viene a spiegare con suo 20 20 20 (che mi ricorda il famoso 5 5 5 di oronzo canè interpretato da lino banfi) per quale motivo dovrei richiedere la fattura al mio dentista visto che non la posso scaricare interamente dalla mia dichiarazione dei redditi? ed il mio dentista ringrazierà questi apprendisti economisti e continuerà tranquillamente ad evadere…
    su caro paolo altro che pettiniamo le bambole del bersani qui a non voler essere pesanti si tratta di aria fritta .. forse ad una lettura più attenta magari c’è qualche punto interessante che io non sono riuscito a trovare…
    e lo troverebbe uno che non vota DS?

  7. A Juri: Cercherò di essere conciso:
    1°) Proporre di far pagare più tasse ai capitali che derivano dalla rendita e meno ai capitali che derivano da lavoro ti sembra solo una critica al governo o anche una proposta di riforma, e se è una proposta di riforma, ti sembra condivisibile oppure no?
    2°)La proposta che prevede la riduzione al 20% dell’aliquota sul primo scaglione, oggi al 23%, la riduzione del numero delle aliquote intermedie e la revisione degli scaglioni a vantaggio dei redditi bassi e medi, che prevede inoltre che la giungla di deduzioni e detrazioni oggi vigenti viene disboscata e ricondotta a razionalità….ecc. ecc. ti sembra solo una critica a Tremonti oppure una proposta alternativa, e se è una proposta alternativa ti sembra condivisibile oppure no?
    3°)Non conosco il tuo dentista, ma penso che se fosse rimasta in vigore la legge sulla tracciabilità dei pagamenti eliminata dal governo di centro destra, si sarebbe rassegnato a pagare le tasse come è giusto che sia.
    Potrei continuare, ma mi fermo qui.
    Concludo dicendoti che anche io penso che ogni proposta sia
    senza alcun dubbio perfettibile, ma considerare Bersani e gli economisti del PD apprendisti economisti, membri dell’unico partito che sta facendo delle proposte organiche (ripeto, perfettibili), in un panorama di partiti politici che navigano a vista, mi sembra un tantino strumentale.

  8. a parte che di tre punti da me citati hai risposto solo ad uno la proposta 20 20 20 presenta alcuni punti da chiarire
    1- nei redditi di capitale non è specificato (o magari non lo ho visto io) se sono compresi anche i redditi provenienti dai titoli di stato (il che sarebbe semplicemente ridicolo ed assurdo
    2 – teoricamente ottima l’aliquota al 20% ..ed il minor gettito come lo compensiamo?
    3 – a parte che dovresti abbassare il limite di pagamento in contanti a cifre irrisorie ( e nulla in contrario) ho citato il dentista ma potrei citare idraulico elettricista e tutti quei mestieri che oggi lavorano a nero.
    e poi se debbo dare 5000 euro al dentista ed il limite di tracciabilità è di 1000 euro se faccio 6 pagamenti in contanti ognuno inferiore a 1000 euro cambia qualcosa rispetto ad oggi?
    situazione ben diversa sarebbe poter scaricare tutte le spese dall’imponibile come si fa in molti paesi stranieri.
    in tal caso è il contribuente che – avendo l’interesse a farsi fatturare tutte le spese sostenute – diviene automaticamente agente della guardia di finanza.
    obiezioni a tale proposta?

  9. Va bene, potrei risponderti che fra i redditi da capitale sarebbe opportuno inserire anche quelli derivanti da titoli di stato ma a partire da un ammontare molto elevato, oppure che il minor gettito dell’aliquota al 20% per i redditi del primo scaglione verrebbe compensata dall’aumento dell’aliquota sui redditi da capitale, o, ancora, che non capisco perchè tu ti debba rendere complice dell’evasione fiscale del dentista, il quale, naturalmente, nel caso che prospetti non ti rilascerebbe la fattura che tu, anche se solo in parte, puoi scaricare,ecc. ecc. Tu sicuramente avresti altre obiezioni da fare, e queso scambio di idee rischierebbe di diventare una stria infinita. Un risultato comunque lo abbiamo raggiunto, e cioè stiamo discutendo del programma, l’unico programma organico esistente che prevede un impegno per la ridistribuzione della ricchezza facendo pagare di più a chi ha di più e meno a chi ha meno, che prevede un progetto per la riforma della giustizia che non sia solo per risolvere i problemi giudiziari di poche persone, che ha un progetto per l’agricoltura, che prevede un rilancio dell’economia e della crescita rimettendo in moto i consumi con conseguente aumento della produzione, dei posti di lavoro e così via. Con ciò non voglio dire che sia perfetto; voglio solo dire che è l’unico programma organico che c’è. Il PD è l’unico partito del panorama politico italiano che ha avuto il coraggio di gettare nell’arena delle critiche un programma, ripeto perfettibile, mentre gli altri partiti se ne guardano bene e preferiscono andare avanti con gli slogan, puntando chi sul “quoziente famiglia”, chi sulla guerra agli immigrati, chi, dopo aver votato insieme al governo le peggiori leggi ad personam, puntando sulla legalità, ecc.ecc.
    E ancora, un partito con un segretario eletto con elezioni primarie, nel modo cioè più democratico possibile, che non ha scheletri nell’armadio ne pendenze con la giustizia (leggasi avvisi di garanzia, procedimenti penali in corso, condanne ecc.), a fronte di un capo di partito di governo in una situazione completamente opposta. Un partito che annovera fra le file dei suoi parlamentari un solo condannato in via definitiva (per un piccolo abuso edilizio) a fronte dei circa 18 condannati in via definitiva nelle file dei partiti che ci governano (notizia tratta dal Blog di Beppe Grillo). Certo, non sarà la perfezione. ma vuoi almeno concedermi che sia il cosiddetto “male minore”? Ti saluto Jurii; è stato veramente un grande piacere scambiare le mie opinioni con le tue.

  10. dal lavoro ho imparato l’importanza dello brain storming fase nella quale si sviscera la questione in tutti i suoi aspetti cercando le possibili falle esistenti nel modello da proporre e le mie critiche sono improntate a questo spirito.
    da un convegno come quello di busto arsizio (a parte la presenza di figuri come bassolino sui quali non aggiungo altro) mi aspettavo qualcosa di meglio: se ad una sommaria lettura uno come me non più esattamente teen ager trova delle falle è piuttosto probabile che di falle ce ne siano ben altre.
    e prima di chiudere questo “brain storming” ancora una riflessione sul famoso dentista.
    se io costruisco un modello perchè funzioni sempre deve esser per dirla in gergo ” a prova di ciuco” quindi parlando di tasse il sistema deve funzionare anche senza senso civico – merce non uniformemente diffusa – ma solo perchè chi chiede la fattura deve averne la convenienza.
    se poi convenienza si vuol definirla senso civico ok..è politically correct!
    buon lavoro!

  11. scusate se faccio un secondo post riguardante i titoli di stato .
    tassarli non è che sia una cosa particolarmente intelligente (bertinotti nel 1994 con simile proposta fece perdere un bel numero di voti) in quanto per poterli rendere appetibili al mercato e quindi piazzarli sarebbe necessario aumentarne il rendimento della quota tasse .
    quando un partito parla di in un convegno di un argomeno così terribilmente serio come quello dei titoli di stato sarebbe meglio evitare possibili incomprensioni.

  12. Quello dello “brain storming” è un ottimo metodo applicato dalle industrie per propagandare un prodotto o anche per screditare un prodotto concorrente. Sicuramente può essere applicato anche in politica per denigrare un partito avversario o fare propaganda alla propria fazione politica sia difendendone le scelte politiche, sia, nel caso tali scelte siano indifendibili, sminuendo o ridicolizzando i meriti della fazione opposta. Per ciò che riguarda il problema del dentista, penso che la possibilità di poter detrarre il 19% delle spese mediche, renda conveniente chiedere la fattura, a meno che il dentista non ti proponga un prezzo inferiore se accetti di pagarlo in nero, io, però, in questo caso, penso che cambierei dentista, perchè un tipo così non avrebbe scrupoli a farti lo sconto su un prezzo maggiorato.

  13. mi sa che tu di brain storming ne abbia solo sentito parlare e lo confondi con le convention dei venditori porta a porta.
    un bischero come il sottoscritto ti ha dimostrato che con una lettura solo superficiale di quanto fatto a busto arsizio sono emerse una serie di bischerate il che significa che nessuna di quelle proposte sia stata sottoposta ad una severa critica e se permetti questo si chiama pressapochismo.
    ma per far una critica occorre conoscere la materia che si critica ed in questo campo i tuttologi rischiano di operare secondo il proverbio “peggio il tapon del buso” (peggio la toppa del buco) o di fare proposte inutili o di difendere posizioni ideologiche anche se si dimostrano fuori della realtà (il famoso dentista…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...